“Cara #Mantova ci mostri il lato B”. Partecipa e mandaci le tue foto

Profilo di Mantova  (foto ©Alberto Mazzochci)
Il Classico profilo “A” di Mantova (foto ©Alberto Mazzocchi)
Il Fotocineclub di Mantova lancia un'iniziativa aperta a tutti: "Cara Mantova ci mostri il lato B". Tutti sappiamo quanto la nostra città sia stata fotografata ormai centinaia di volte nel suo profilo più famoso e magnifico (il suo lato "A", come nell'esempio nella foto a destra). Cartoline stupende sono state create negli anni: al tramonto, in contro luce, di notte con i riflessi delle luci artificiali sulle acque del lago.... il nostro intento però non riguarda nulla di tutto questo. Noi vorremmo che venissero ritratti dei profili "alternativi" di Mantova (anche profili classici, ma visti però da altre angolature o da diversi punti di vista). Provare, insomma, a realizzare una foto veramente UNICA, INEDITA. Non cerchiamo capolavori, tutt'altro... bensì fotografie interessanti che possano ritrarre Mantova nei suoi suoi svariati profili meno "alla moda". Non c'è  limite alla vostra creatività e non sono richiesti mezzi tecnici particolari: il vostro telefonino, la vostra fotocamera compatta o la vostra Reflex andranno più che bene. 

Le fotografe che ci invierete saranno poi pubblicate sul nostro profilo facebook e sul nostro blog. 

Come inviarci le vostre foto?

Scriveteci e allegate le immagini a info.fotocineclubmantova@gmail.com o attraverso facebook, ricordandovi anche di riportare il vostro NOME, COGNOME e indirizzo email.

Di seguito vi riportiamo un paio di scatti di due fotografi del Fotocineclub (ricordiamo che l’iniziativa è aperta a tutti):

1 – foto © Vanni Favalli , uno scatto in bianco e nero del profilo “classico” della città visto però da Cittadella

2 – foto © Andrea Danani, un profilo alternativo della città… la Mantova industriale in un bianco e nero senza mezzi toni

#Mantova è Patrimonio dell’umanità. E chi se ne frega (parte I)

Il Fotocineclub questa volta vuole porre l’attenzione sulla nostra amata città, Mantova. Un piccolo gioiello della Lombardia cui, di recente, è stato anche insignito del prestigioso “titolo” UNESCO di Patrimonio dell’Umanità. Indubbiamente stiamo parlando di un pezzo unico al mondo; un concentrato di storia, cultura e bellezze architettoniche di valore incalcolabile. Tutti noi fotografi mantovani (professionisti e non) abbiamo nei nostri archivi almeno uno scatto del famosissimo profilo della città dei Gonzaga, magari ritratto al tramonto e con una luce magnifica riflessa dal Lago di Mezzo. Un dipinto.

Profilo di Mantova  (foto ©Alberto Mazzochci)
Profilo di Mantova (foto ©Alberto Mazzocchi)

La bellezza mozzafiato di Mantova non ci deve però distogliere da alcuni particolari molto poco “Unesco-style”, che l’occhio di un fotografo, anche se amatore, non può far finta di ignorare. Il nostro Alberto Mazzocchi (autore degli scatti), ad esempio, passeggiando per il centro storico non ha potuto fare a meno di fotografare alcuni angoli della città che stonano decisamente con quella stupenda cartolina che vi abbiamo mostrato all’inizio del post. Graffiti sui muri, scritte con bombolette spray e vecchie bacheche informative fatiscenti sono solo alcuni esempi che vogliamo mostrarvi in questo primo assaggio della nostra ricerca fotografica non convenzionale di Mantova.

“Noi foto-amatori non possiamo non segnalare quelle situazioni che non sono assolutamente accettabili in una città, soprattutto in una che si fregia del titolo di Città dell’UNESCO. O pensiamo di vivere in un mondo perfetto, privo di  situazioni negative, di brutture?” (Alberto Mazzocchi)

Precisiamo che con questo argomento il Fotocineclub  non vuole affatto insinuare che Mantova non meriti il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità, anzi, tra i nostri obbiettivi (oltre quello di mostrare una Mantova differente dalle solite trite e ritrite cartoline) c’è proprio quello di sensibilizzare abitanti e turisti affinchè il nostro piccolo gioiellino venga  “coccolato” con le dovute attenzioni…

Andrea Danani – Fotocineclub Mantova